News dall'Azienda Socio-Sanitaria Territoriale

Inaugurazione Baby Pit Stop | 8 marzo 2018

Inaugurazione baby pit stop presso Consultorio Familiare di Vigevano

 

L'ASST Pavia, UOS Prevenzione Socio Sanitaria Territoriale Sussidiarietà e Sostegno alla Famiglia - Consultori Familiari, aderisce al circuito Baby Pit Stop Unicef, progetto che si sviluppa attraverso l’allestimento di spazi riservati e appositamente arredati dedicati alle mamme che devono allattare e accudire i propri bambini quando si trovano fuori casa.

Giovedì 8 marzo alle ore 11.30, verrà inaugurato, alla presenza del Direttore Generale della ASST Pavia, Dott. Michele Brait, il primo BABY PIT STOP presso il Consultorio Familiare del Distretto di Vigevano, di Viale Montegrappa 5. «I Baby Pit Stop sono spazi idealmente dedicati a tutti i bambini del mondo e in cui tutte le mamme, i papà e le famiglie in generale sono i benvenuti”, spiega il dott. Giacomo Guerrera, Presidente Unicef Italia. l Baby Pit Stop (BPS) prendono il nome dalla nota operazione del "cambio gomme + pieno di benzina" che viene effettuata in tempi rapidissimi durante le gare automobilistiche di Formula Uno. Nei BPS il cambio riguarda il pannolino e il "pieno" è di sano latte materno, ricco di nutrienti e di anticorpi.

Il Baby Pit Stop promosso da UNICEF Italia è un servizio gratuito e protetto da qualsiasi tipo di ingerenza pubblicitaria. Si tratta di un’iniziativa che rientra in un progetto più ampio dei Consultori Familiari volto a sviluppare una maggiore sensibilità collettiva ed azioni sui temi della maternità e della cura dei bambini in rete territoriale (Rete Integrata Materno Infantile, RIMI). Il BPS del Consultorio di Vigevano promuoverà anche occasioni di scambio e confronto tra neo mamme e neo papà e favorirà la diffusione di valori che contribuiscano a fare del Consultorio Familiare un luogo sempre più a misura di famiglia. Questo è il primo passo per promuovere l’apertura di altri spazi di accoglienza sul territorio, così da creare una vera e propria rete locale Materno Infantile.

Immagini della cerimonia di inaugurazione.

 

 

Documento: 
AllegatoDescrizione
Scarica il fileLocandina inaugurazione Baby Pit Stop Consultorio Vigevano

Presa in carico paziente cronico | incontri divulgativi

Incontri divulgativi Presa in carico paziente cronico

Il nuovo percorso di Presa in carico del Paziente Cronico in Lombardia si pone come obiettivo la gestione ottimale della/delle patologie di cui soffrono un numero sempre più alto di pazienti i quali devono sottoporsi regolarmente a controlli periodici, terapie farmacologiche ricorrenti, monitoraggio continuo dell’aderenza terapeutica. Questo nuovo modello di cura implementato dalla Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia, nasce da un'approfondito studio dei mutamenti socio-demografici in atto nella nostra società. Lo scopo è quello di meglio accompagnare le persone nelle fasi di fragilità del ciclo di vita, con particolare riferimento all’età dell’invecchiamento, pur tenendo fermo il principrio della libertà di scelta del cittadino rispetto all'accesso delle cure. L'ASST di Pavia, nella persona del Direttore Generale, Dott. Michele Brait, è impegnata nell'attività di divulgazione per illustrare la Riforma del Servizio Socio Sanitario Regionale Lombardo, che entra nel vivo, con l'avvio del percorso di cura per il paziente cronico.

Di grande utilità, gli incontri informativi sono finalizzati ad illustrare le varie fasi del percorso e ad avviare il dibattito per approfondire e rispondere ai vari quesiti. Le immagini qui riportate sono riferite agli incontri che si sono svolti rispettivamente: il 18/01/18 presso gli studi di TelePavia con la partecipazione dell'Assessore al Welfare Avv.to Giulio Gallera, e a seguire con la Dott.ssa Anna Pavan, Direttore Generale ATS Pavia, il Dott. Michele Brait, il Dott. Giovanni Monza, Direttore Sanitario Policlinico San Matteo, il Dott. Giorgio Rubino, Medico di Medicina Generale e Presidente Associazione Medici di Famiglia Vigevano e Lomellina; foto a sinistra: il 04/02/18 presso l'Auditorium di Mortara, con la partecipazione del Presidente dei Medici di Famiglia di Mortara, Dott. Eugenio Gandolfi; foto a destra: il 20/02/2018 a Rivanazzano, presso il Ristorante Selvatico, organizzato dal Lions Club Voghera Host, sotto la guida del Dott. Andrea Angeleri ed alla presenza del Sindaco di Voghera Dott. Carlo Barbieri e di numerosi Dirigenti Medici e Direttori di Unità Operative.

Assessore al Welfare Gallera Parole in Piazza TelePavia 18 gennaio 2018

Obblighi vaccinali - Indicazioni operative | scadenza 10 marzo '18

Obblighi vaccinaliIn relazione all’anno scolastico in corso 2017/2018, si ricorda che il 10 marzo 2018 rappresenta il termine ultimo per sostituire l’autocertificazione già presentata con il certificato vaccinale (o copia del libretto vaccinale). Sul sito di Regione Lombardia sono riportate le diverse casistiche e i relativi percorsi al seguente link: Indicazioni operative.
Link utili:
§ Modalità per richiedere i certificati vaccinali;
§ Modalità per scaricare l'elenco delle vaccinazioni eseguite dal FSE.

le Dott.sse Miriam Bosa e Camilla Gravelloni, Logopediste ASST Pavia

Dott.sse Bosa e Gravelloni Logopediste ASST PaviaSono davvero tanti i compiti di chi si occupa professionalmente di Logopedia  (dalle parole greche “logos”, discorso e “paideia”, educazione), ovvero dello studio, della prevenzione, della valutazione e della cura delle patologie e dei disturbi della voce, del linguaggio, della comunicazione, della deglutizione e dei disturbi cognitivi connessi.
Presso l’Ospedale di Voghera, le specialiste della comunicazione e della deglutizione si occupano della riabilitazione degli adulti.
Le Dott.sse Bosa Miriam e Camilla Gravelloni si occupano principalmente della riabilitazione di coloro che sono affetti da patologie otorinolaringoiatriche (noduli delle corde vocali, paralisi delle corde vocali e sordità, disturbi di parola e deglutizione dopo traumi o interventi chirurgici...), oppure da malattie neurologiche (ictus, Sla, Parkinson...). Queste ultime possono comportare afasia con difficoltà nell’espressione e nella comprensione del linguaggio, disartria, ovvero difficoltà ad articolare le parole, e disfagia, che è un’alterazione della capacità di deglutizione con conseguenti rischi per la salute e la vita della persona. Tra i pazienti trattati ci sono anche coloro che appartengono a categorie considerate a rischio, ovvero chi usa la voce per lavoro o per passione come cantanti anche amatoriali, operatori di call center, insegnanti e speaker radiofonici che possono sviluppare una disfonia, con abbassamento di voce, bruciore e dolore alla gola che può arrivare ad impedire il parlare stesso. In questi casi il riposo e l’idratazione sono fondamentali, ma è necessario anche imparare a parlare senza sforzare il nostro apparato fonatorio.
Il Servizio di Logopedia per adulti dell’Asst di Pavia opera in piena collaborazione con le altre figure sanitarie coinvolte nella cura del paziente, in particolar modo con i medici fisiatri, neurologi e otorinolaringoiatri. Presso l’Ambulatorio di Logopedia viene effettuata una valutazione del disturbo con osservazione clinica e test specifici. Per esempio, mediante l’utilizzo di un particolare software ad hoc, che permette la “visualizzazione della voce”, è così possibile elaborare una terapia specifica per la risoluzione dei problemi che condizionano la voce e la vita del paziente. E’ importante ricordare che curare le proprie capacità di comunicare significa migliorare i rapporti sociali ed evitare l’isolamento.

 

H Open Day Ginecologia | 8 marzo 2018

Open Day Onda Ginecologia 8 marzo 2018In occasione della Festa della Donna, l'8 marzo 2018, l'ASST di Pavia partecipa all'H Open Day dedicato alla prevenzione dei fibromi uterini. Alla giornata di prevenzione, promossa dall'Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna, ONDA partecipano:

  • l'Ospedale di Vigevano: UOC Ginecologia e Ostetricia, dalle ore 13:30 alle ore 17:30 verranno effettuate gratuitamente consulenze ginecologiche e, se ritenuto necessario, visita ed ecografia transvaginale a donne portatrici di fibromatosi uterina. E' necessaria la prenotazione al n. telefonico 0381-333343 dalle ore 14:00 alle ore 15:30 dal lunedì al venerdì

  • gli Ospedali di Voghera e Broni-StradellaUOC Ginecologia e Ostetricia, dalle ore 14:00 alle ore 18:00 verranno effettuate gratuitamente, consulenze relative alla patologia dei fibromi uterini e la programmazione dell'iter diagnostico terapeutico, con percorso preferenziale. Per l'Ospedale di Voghera è necessaria la prenotazione al n. telefonico 0383-695752 da lunedì 26 febbraio a venerdì 2 marzo 2018, dalle ore 14:30 alle 15:30. Per l'Ospedale di Broni-Stradella è necessaria la prenotazione, al n. telefonico 0385-582011 da lunedì 26 febbraio a venerdì 2 marzo 2018, dalle ore 10:30 alle ore 12:30.

Accanto a noi per voi: il valore del volontariato

volontariatoTra le informazioni che l'ASST di Pavia ha recentemente divulgato, alcune hanno una caratteristica comune: il dono, la volontarietà, a totale beneficio dei molti pazienti che accedono alle nostre stutture. L'azienda è riconoscente a chi si fa strumento per la produzione di "valore sociale aggiunto", quel bene prezioso che è potenzialmente, il principale promotore della coesione sociale. I canali e le modalità sono diverse ed ognuna è degna di alta considerazione. Con gratitudine ricordiamo le molte persone che vengono iscritte all'albo dei donatori di beni o liberalità, le diverse Associazioni Onlus che collaborano da diversi con gli ospedali cittadini: tra le tante citiamo l'Amrop, Cresci con me, le varie sezioni Lions e Rotary.
C'è chi si esprime con una modalità più colorata: sono i Clown di Corsia !!! 
C'è chi invece dona la voce e il proprio tempo: sono le infermiere volontarie della Croce Rossa che leggono libri e tengono compagnia ad un malato in Rianimazione.
Recentemente anche il Derthona Baket con i suoi giovani rappresentanti, ha portato il suo contributo ai piccoli ospiti della Pediatria.
Senza queste persone, anche le nostre giornate sarebbero diverse. A tutte queste persone un immenso GRAZIE !!!

Il volontariato in ASST Pavia

Documento: 
AllegatoDescrizione
Scarica il fileUna carrellata delle notizie recenti relative a donazioni o attività di volontariato a favore dei pazienti della ASST di Pavia

Tagliacoda intelligenti e nuovo Risponditore telefonico

L'Asst di Pavia, per migliorare l'esperienza dei pazienti che si rivolgono alle strutture sanitarie ed amministrative ospedaliere e territoriali, ha da alcuni mesi attivato due sistemi che agevolano da una parte le attese allo sportello e dall'altra le attese telefoniche.
I TAGLIACODE INTELLIGENTI: recentemente installati presso i front office aziendali (Ospedale di Vigevano: CUP, Ospedale di Stradella: CUP e Laboratorio Analisi, Ospedale di Casorate Primo: CUP e Scelta e Revoca, PreSST di Broni: CUP e Scelta e Revoca e presso il front office della Sede ASST di Viale Indipendenza a Pavia) sono sistemi integrati di gestione delle attese e dell'accoglienza. L'aggiudicatario della procedura negoziata è la Società Teom s.r.l. di Torino.
Il sistema permette di migliorare e riorganizzare il flusso in attesa, monitorare l'attività dei servizi, gestire la polifunzionalità degli sportelli ed in modo efficiente l'affluenza, ottimizzando l'utilizzo del personale, individuando soluzioni organizzative e normative per dissolvere le criticità. Inoltre l’utente potrà mantenere lo stesso numero di prenotazione (da ritirare al momento dell’arrivo nelle nostre strutture presso il totem di accoglienza) sia per lo sportello del CUP che per fruire di servizi come il Laboratorio Analisi o l'Ufficio di Scelta e Revoca del Medico di Medicina Generale. Durante l'attesa i monitor di sala indicheranno costantemente l'andamento della stessa. A breve entrerà in funzione un’applicazione digitale scaricabile su smartphone per prenotarsi digitalmente ancor prima di arrivare presso le nostre sedi, con un considerevole risparmio di tempo.
Nuovo INSTRADATORE TELEFONICO: è attivo, dal 1° Febbraio 2018 un sistema di instradamento delle telefonate (risponditore automatico), che permette di contattare, in modo rapido e sicuro, l'Ufficio desiderato presso la sede ASST di Pavia Viale Indipendenza. Il sistema è attivo anche per le sedi di Corteolona, Garlasco, Cava Manara, Certosa e Vidigulfo. Sarà possibile avere telefonicamente le informazioni utili relative agli orari di apertura dei servizi e alle modalità di accesso. I numeri di telefono per accedere al servizio sono: 0382 4311 -  4321.
Dopo aver digitare il tasto 1 si potrà essere indirizzati ad uno dei seguenti Servizi dell'Azienda Socio Sanitaria Territoriale – ASST di Pavia, ovvero: Consultori famigliari, Ambulatori vaccinazioni, Ambulatori specialistici, Fisioterapia, Presidio Pneumo Tisiologico (PPT), C.U.P., Assistenza domiciliare, Invalidità civile, Protesica, Scelta e revoca del medico, Ufficio relazioni con il Pubblico – URP, Servizi distrettuali, Farmaceutica territoriale, Medicina legale, Disabilità, Servizi del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze.
Per chiamare i Servizi delle altre località della Provincia di Pavia, si potrà continuare a contattare i centralini telefonici degli Ospedali di Voghera 0383-6951, Vigevano 0381-3331, Broni-Stradella 0385-582190, Varzi 0383-5471, Mede 0384-8081, Mortara 0384-2041 e Casorate Primo 02-900401.

Il sistema tagliacoda intelligente Asst Pavia per la gestione delle attese allo sportello

Attestazione dell’assolvimento dell’obbligo vaccinale

Per richiedere certificati vaccinaliVACCINAZIONI OBBLIGATORIE | Di seguito sono fornite le indicazioni in merito alla modalità di richiesta dei certificati vaccinali. Al seguente link sono consultabili le modalità per richiedere i certificati vaccinali

Si ricorda che è comunque attiva per il genitore la possibilità di scaricare direttamente dal Fascicolo Sanitario Elettronico dei propri figli l’elenco delle vaccinazioni eseguite. Il documento prodotto è valido ai fini dell’attestazione del rispetto dell’obbligo vaccinale. Link modalità per scaricare l’elenco delle vaccinazioni eseguite dal FSE Fascicolo Sanitario Elettronico

la Dott.ssa Maria Teresa Zanini ASST Pavia

Dott.ssa Maria Teresa Zanini, Dirigente Medico ASST PaviaIl gioco d’azzardo è una piaga sociale riconosciuta a livello nazionale: l’ASST di Pavia tenta di contrastarne il passo attraverso l’Unità Operativa Semplice Servizi Territoriali per le Dipendenze (Ser.D), struttura deputata al trattamento delle dipendenze di pazienti con problematiche di abuso/dipendenza da sostanze chimiche lecite o illecite (eroina, cocaina, cannabis, alcol, etc.) e/o di comportamenti compulsivi (gioco d’azzardo, etc.). Sul territorio pavese i Serd sono presenti a Pavia, Voghera e Vigevano.

La dott.ssa Maria Teresa Zanini, dirigente medico del Ser.D presso la sede di Pavia in piazzale Golgi 3/b, analizza per noi i dati relativi alla ludopatia emersi dal monitoraggio delle cartelle cliniche informatizzate condivise tra le tre sedi Ser.D aziendali. Sono in tutto 34 i pazienti che si sono rivolti al Serd di Pavia nel primo semestre del 2017 per chiedere di essere aiutati ad affrontare una situazione di dipendenza grave. Di questi, 29 sono uomini e 5 sono donne. “Nel corso dell’anno precedente, nel 2016, i pazienti nuovi in carico al Serd sono stati in tutto 45 su un totale di 118, quindi il numero è in leggero aumento – commenta la dott.ssa Zanini - Questo non significa che sia cresciuto il numero di coloro che sono diventati giocatori d’azzardo patologici ma indica che è invece aumentata, da parte delle persone, la presa di coscienza del loro status e della difficoltà di uscire da soli dalla dipendenza”.

Pavia è una delle capitali della ludopatia e le cifre spese dai cittadini nell’azzardo sono altissime e molto preoccupanti. “Raramente il giocatore patologico si rende conto in autonomia di essere tale e trascorre moltissimo tempo alle slot perdendo completamente il senso del denaro impiegato per giocare. Chiamiamo questa particolare situazione con il termine inglese di “craving”, ovvero un desiderio irrefrenabile nei confronti di determinate sostanze o comportamenti d’abuso, che aumenta e si aggrava progressivamente; la persona continua ad attuare il comportamento sbagliato o ad assumere la sostanza della quale è dipendente pur conoscendone i rischi. Ciò è dimostrato dal fatto che molto spesso i giocatori, non rendendosi conto di quanto siano realmente problematici i loro comportamenti, arrivano al Ser.D accompagnati dalle famiglie”.

La maggioranza delle persone affette da ludopatia è over 65 anni, ma sotto la lente degli esperti finiscono anche gli adolescenti: “Sulle fasce giovanili l’attenzione è molto alta - precisa la dott.ssa Zanini - Se per le sale da gioco esistono limiti d’età imposti dalla legge, purtroppo online è tutto molto più libero ed esistono i cosiddetti pay-to-win, giochi che necessitano del versamento di piccole somme per poter progredire o vincere”.

Il meccanismo della dipendenza è legato strettamente allo stress: “Chi gioca lo fa per cercare di tenere sotto controllo lo stress quotidiano, magari peggiorato da traumi personali (perdita del posto di lavoro, pensionamento, malattia, lutto, ecc.). Quando lo stress trova nel gioco un sollievo, nella mente del giocatore si è creato il legame tra piacere, relax e azzardo: in realtà giocare provoca ancora più stress creando un circolo vizioso pericolosissimo”.

A Pavia il Ser.D si trova in piazzale Golgi, l’accesso è libero e non richiede impegnativa medica. Il numero di telefono a disposizione dell’utenza è 0382-432349:  è sufficiente fissare un appuntamento e dopo una prima valutazione il paziente può accedere ad una visita psicologica e anche medica, sia per stabilire a quale delle tre categorie il giocatore appartiene (sociale, problematico, patologico), sia per capire le reali condizioni di salute della persona.

Inaugurato nuovo Centro Prelievi a Lungavilla

Inaugurazione nuovo punto prelievi a LungavillaIl Direttore Generale dell'ASST di Pavia, Dott. Michele Brait, nell'ottica della realizzazione di un sempre più ampio e proficuo percorso di integrazione delle attività sanitarie e socio-sanitarie a favore delle persone fragili, ha accolto la richiesta del Sindaco di Lungavilla, Dott. Andrea Daprati, di avviare un'attività di prelievo ematico e raccolta di campioni biologici presso il Poliambulatorio Comunale. Il Comune di Lungavilla ha messo a disposizione, gratuitamente,  locali idonei e personale adeguatamente formato, sia medico, che infermieristico per lo svolgimento dell'attività di prelievo, nonché, il servizio di trasporto del materiale biologico attraverso l'Associazione di volontariato AUSER. L'iniziativa è stata attivata, da parte dell'ASST di Pavia, attraverso il Servizio di Medicina di Laboratorio (SmeL) dell'Ospedale di Voghera, per l'esecuzione di prestazioni di analisi. 
L'attività di prelievo si svolgerà un giorno alla settimana: il mercoledì dalle ore 7:30 alle ore 9:30, presso il Centro Prelievi sito in Via Martiri della Libertà, 2 a Lungavilla.

 Inaugurazione nuovo punto prelievi a LungavillaInaugurazione nuovo punto prelievi a LungavillaInaugurazione nuovo punto prelievi a LungavillaInaugurazione nuovo punto prelievi a Lungavilla

Pagine