News dall'Azienda Socio-Sanitaria Territoriale

Il dott. Simone Bagnoli incontra gli studenti di Mortara

Sono in svolgimento in questi giorni aluni incontri sanitari di prevenzione dell’ASST di Pavia nelle scuole di Mortara, tenuti dal dott. Simone Bagnoli. Il tema è la prevenzione dei tumori e delle più frequenti neoplasie riscontrate nei giovani (tiroide, testicolo, linfomi).
Ieri, a Palazzo Cambieri, il dott. Bagnoli ha incontrato gli studenti del terzo anno dell’Istituto Professionale “Ciro Pollini”, mentre sabato 6 aprile è in programma l’appuntamento con i liceali dell’Istituto “Angelo Omodeo”.
Il Dott. Simone Bagnoli, Referente dell’Unità Operativa di Medicina interna dell’Ospedale San Martino di Mede, laureato in Medicina e Chirurgia all’Università di Pavia, medico oncologo, dal 2000 lavora nel Reparto medese e dal 2013 è Referente dell’Unità Operativa Complessa. Da anni è impegnato sul territorio con interventi informativi sul tema della salute a favore della popolazione.
(Mortara, 03/04/2019)

 

Giornata nazionale FADOI - ANIMO per fine vita

In occasione della  la Seconda Giornata FADOI-ANIMO del Fine Vita  presso il Palazzo delle Stelline in Corso Magenta 61  a Milano si terrà un Convegno sul  tema dell’assistenza ai pazienti terminali.
Al convegno parteciperanno medici di Medicina Interna, esperti in terapie pallitive, esperti di bioetica, legislatori, amministratori e associazioni di pazienti e cittadini. Dagli interventi ed dal confronto si potranno trarre una serie di indicazioni utili per l’attività assistenziale quotidiana, ma anche per la realizzazione di un’organizzazione sanitaria più adeguata.
Infatti dovendo convivere a lungo con queste malattia, i pazienti debbono esser messi nelle condizioni di poter scegliere, consapevolmente, i percorsi diagnostico-terapeutici che offrono le maggiori possibilità di realizzare il loro progetto di vita. Ai medici vengono oggi richieste competenze nuove nell’ambito della comunicazione (per fornire un’informazione adeguata, per elaborare un percorso assistenziale condiviso, per raccogliere ed attuare le disposizioni anticipate di trattamento), ma anche nella somministrazione tempestiva ed adeguata dei trattamenti palliativi. Peraltro le modalità organizzative idonee a garantire una continuità assistenziale tra territorio, ospedale e strutture di post-acuzie e di hospice sono ancora lontane dall’essere non solo realizzate, ma anche definite.
Programma del Convegno

La presa in carico del paziente cronico | Convegno 8 aprile Palazzo Lombardia

presa in carico paziente cronicoIl miglioramento della qualità della vita e il conseguente innalzamento dell’età media determina, nei paesi avanzati,  un incremento  di pazienti affetti da patologie croniche, la cura delle quali assorbe oltre il 70% delle risorse. Per rispondere al bisogno di salute di tali  pazienti, che per una gestione ottimale delle patologie di cui soffrono devono sottoporsi regolarmente a controlli periodici, terapie farmacologiche ricorrenti, monitoraggio continuo dell’aderenza terapeutica, in Lombardia è stato attivato un percorso di presa in carico dedicato.
l percorso di presa in carico del paziente cronico: il modello lombardo a confronto è il tema del convegno in programma Lunedì 8 aprile dalle ore 09:00 alla Sala Biagi presso Palazzo Lombardia a Milano
Programma completo del convegno

Documento: 
AllegatoDescrizione
Scarica il file Il percorso di presa in carico del paziente cronico |Programma

Giornata di prevenzione sanitaria gratuita a Pavia

L’ASST di Pavia aderisce, sabato 6 aprile, alla 2^ “Giornata di prevenzione sanitaria gratuita” nell’ambito del Lions Day 2019.
A Pavia, dalle ore 10:00 alle 18:00, in piazza della Vittoria presso il camper e la tensostruttura appositamente messi a disposizione, medici specialisti e volontari saranno a disposizione per sottoporre i cittadini a visite ed esami totalmente gratuiti, con rilascio finale del referto.
Saranno disponibili:
-    Visita oculistica
-    Visita diabetologica e stick glicemico
-    Visita dermatologica e mappatura nevi
-    Cardiologia: esecuzione di elettrocardiogramma e controllo della pressione arteriosa
-    Visita senologica ed ecografia mammaria
Nel corso della giornata verranno inoltre effettuate dimostrazioni circa l’utilizzo del defibrillatore, le manovre di rianimazione e quelle di disostruzione in età pediatrica.
Organizzatori del campus medico sono i Lions Clubs del Distretto 108 IB3: Pavia Host, Pavia Regisole, Pavia Le Torri, Pavese dei Longobardi, Certosa di Pavia, Ticinum Via Francigena, oltre al Leo Club Pavia del Distretto Leo 108 IB3. Tra i promotori dell’iniziativa figura il dott. Vittorio Turi, coordinato Lions ed ex Direttore del reparto di Chirurgia Generale dell’Ospedale San Martino di Mede, ora in pensione.

L’ASST di Pavia, che anche quest’anno ha concesso il patrocinio al Campus del Lions Day 2019, ha autorizzato l’attività volontaria di diversi suoi medici, tra questi i Direttori del Dipartimento di Emergenza e Area Critica aziendale, dott. Livio Carnevale e dell’Unità Operativa Complessa di Pediatria e Nido di Vigevano, dott.ssa Lidia Decembrino. Oltre a ciò, l’ASST di Pavia metterà a disposizione la strumentazione necessaria per l’esecuzione degli esami diagnostici.
Tra gli enti patrocinatori figurano anche l’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti (che metteranno a disposizione il camper), il Comitato di Pavia della Croce Rossa Italiana (che fornirà la tensostruttura), l’Ordine dei Medici della provincia di Pavia, la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, il Comune e la Prefettura di Pavia.
Nel 2018, in occasione della prima edizione del Campus Medico, allo screening avevano aderito 383 persone: gli organizzatori confidano in un rinnovato successo dell’iniziativa (link alla locandina).

 

Lezioni di Primo Soccorso ai bambini della Scuola Primaria

Lezioni di Primo Soccorso ai bambiniLunedì 1 aprile '19 Scuola Primaria Istituto Comprensivo di Rivanazzano Terme | Ha avuto inizio oggi l'interessante iniziativa di educazione sanitaria proposta dall'Unità Operativa Complessa di Pronto Soccorso di Asst Pavia, diretta dal Dott. Alessandro Suprani e promossa e coordinata dal Dirigente Medico Dott. Ruggero Longoni che si svolgerà presso le scuole di Rivanazzano, Godiasco-Salice Terme, Retorbido nei giorni 1, 3, 10 e 11 aprile, dalle 8:40 alle 12:20. Titolo dell'iniziativa L’EMERGENZA E’ UN GIOCO DA...BAMBINI ovvero iIllustrare il sistema dell’Emergemza-Urgenza agli studenti della Scuola Primaria.

Lo scopo del progetto è quello di creare un’ interfaccia tra il Pronto Soccorso di Voghera e la cittadinanza, in maniera da creare un legame virtuoso per entrambe le realtà.
In particolare l’interesse sarà focalizzato sui bambini che frequentano la Scuola Primaria, quindi di età compresa tra i 6 e i 10 anni. Con il loro aiuto verrà ricreato il sistema dell’emergenza urgenza, che li vedrà direttamente coinvolti nel portare il primo soccorso ai loro amici peluche.
- Dovranno prima di tutto chiamare il numero dell’emergenza (112) e rispondere alle domande che l’operatore stesso rivolgerà loro in merito allo stato di salute del loro peluche.
- Aiuteranno l’operatore dell’ambulanza a caricare il peluche con gli adeguati presidi e quindi a portarlo al Pronto Soccorso più vicino.
- Qui verranno accolti da un infermiere che effettuerà il triage e assegnerà ad ogni peluche un codice colore, agevolandone l’ingresso alla sala visita adeguata.
- Accompagnati dall’operatore sanitario effettueranno le indagini necessarie per capire cosa è successo al loro peluche (radiografie, TAC, esami del sangue) per arrivare ad una diagnosi.
Il tutto si concluderà con la prescrizione di una terapia adeguata da fare una volta dimesso il peluche e riceveranno l’attestato di “Perfetti soccorritori di peluche”.
Alla parte ludica seguirà un breve incontro di gruppo (classe) per spiegare le prime manovre di rianimazione tra cui, in particolare, la manovra di Heimlich, con una prova pratica su dei manichini.
Le parti coinvolte nell'iniziativa sono:
● gli operatori del Pronto Soccorso di Voghera;
● gli operatori della Croce di San Francesco di Rivanazzano;
● gli alunni e le maestre dell’Istituto Comprensivo di Rivanazzano (scuole primarie di Rivanazzano Terme, Salice Terme, Godiasco e Retorbido).

McDonald's a favore dei piccoli pazienti in Otorino a Vigevano

Giovedì 28 marzo presso l’Unità Operativa Complessa di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale Civile di Vigevano diretta dalla Dott.ssa Laura Lanza è stato consegnato del materiale didattico donato dalla filiale McDonald’s della città ducale.Donazione da parte della McDonald's al reparto di otorino Ospedale civile di Vigevano

Alla consegna erano presenti il personale del reparto e Pietra Pergolizzi, Responsabile Marketing della McDonald’s di Vigevano.

La dotazione comprende 25 kit scuola e 5 confezioni di pastelli da destinare ai piccoli pazienti durante il loro ricovero, a seguito di un intervento chirurgico. Una donazione molto gradita dai piccoli ospiti che potranno ingannare il tempo da trascorrere in ospedale dando sfogo alla loro creatività.

Avviso agli utenti

Avviso agli utentiSi informa la gentile utenza che, con decorrenza dal 1° aprile 2019, sarà possibile effettuare il pagamento dei ticket del Laboratorio Analisi di Stradella, direttamente presso lo sportello del Laboratorio, mediante pagamento bancomat/carta di credito/carta di debito.

"Hospice: perchè no a Vigevano" | Tavola rotonda sul tema

28 marzo 2019 h. 20:00 Tavola Rotonda presso il Ristorante Ludovico il Moro, Località Sforzesca, della Sezione Lions Clubs Vigevano Host 1966, presieduta per l'anno lionistico 2019-2019 dal Lion Riccardo Tacconi. L’aumento della popolazione anziana, l’incidenza delle malattie neoplastiche con le relative necessità di cura e soprattutto di assistenza, spingono a chiedersi, se, per la città di Vigevano le strutture esistenti siano sufficienti o sono da prevedersi ulteriori interventi organizzativi e strutturali: questo è il tema della tavola rotonda.

Gli interventi previsti  dopo il benvenuto del Presidente Lion Riccardo Tacconi e del Sindaco di Vigevano Dott. Andrea Sala saranno:

  • Dr.ssa Mara Azzi, Direttore Generale ATS Pavia;
  • Dr. Angelo Olgiati, Specialista in Geriatria e Oncologia Medica, Dirigente Medico IPAS presso la UOC di Medicina Interna ad indirizzo Oncologico del P.O. della Lomellina, ASST Pavia;
  • Dr. Marco Danova, Direttore UOC di Medicina Interna a indirizzo Oncologico P.O. della Lomellina, ASST Pavia (La presa in carico totale dei pazienti oncologici: analisi delle aspettative per la città di Vigevano);
  • Dr Claudio Merlotti, Specialista in Endocrinologia e MMG (Il malato Oncologico terminale domiciliare e il Medico di Famiglia);
  • Dr. Luca Moroni Direttore dell’Hospice di Abbiategrasso (Luci e ombre dell’Hospice abbiatense);
  • Dr. Armando Gozzini, Direttore Socio Sanitario ASST Pavia.

L’eventuale successiva discussione sarà moderata dal Dr. Claudio Merlotti in rappresentanza dei Medici di Famiglia di Vigevano e Lomellina.
 

Videogiochi: da rischio dipendenza a dispositivo sanitario utile | Convegno gratuito aperto alla cittadinanza

Venerdì 29 Marzo  - ore 15:30 presso la Sala convegni ATS di Pavia  - Viale indipendenza 3 
Convegno gratuito aperto alla cittadinanza sul tema Videogiochi : da rischio dipendenza a dispositivo sanitario utile

Non esiste una definizione univoca del temine “videogioco”, se non tutto ciò che una persona può giocare su un hardware che incorpora un elemento di interattività con l’operatore, proiettando i risultati delle sue azioni su uno schermo. Ne riconosciamo tuttavia la duplice natura: se l’utilizzo eccessivo del videoterminale arriva a causare problemi di rilevanza socio sanitaria (dipendenza dai videogiochi, da internet, gambling, ecc.), è innegabile come le nuove tecnologie costituiscono il futuro in campo sanitario, in particolare in ambito riabilitativo-terapeutico e di telemedicina, dove esse possono essere fruite in modo economico e virtualmente infinito.

 

 

  • Dott.ssa Elisabetta Bosi: Luci e ombre sull'uso dei videogiochi
  • Prof. Stefano Denicolai: Il gaming come trend emergente per l’innovazione in sanità
  • Ing. Piercarlo Dondi: Serious gaming e realtà virtuale al servizio della persona
  • Ing. Stefania Pazzi: Giocare fa bene: videogiochi e serious gaming
  • Prof. Maurizio Bejor: Riabilitazione neuromotoria e videogiochi
  • Prof. Pierluigi Politi: Pensare per immagini: un’esperienza pratica nell’autismo

Invito

Bull & Peer - Fare insieme la differenza

Progetto Bull and Peer contro bullismo e cyberbullismoProgetto BULL & PEER - Fare insieme la differenza - Conferenza Stampa di presentazione Giovedì 21 marzo 2019 ore 12.00 presso l'Aula Tobia dell'Istituto A.Cairoli  - Sede Centrale Corso Mazzini Pavia
L'obiettivo del progetto è quello di potenziare le risorse e l’autonomia dei ragazzi attraverso un processo di progressiva responsabilizzazione dei ruoli di aiuto e di supporto tra pari.
Prevede, attraverso un approccio progettuale multicomponente che coinvolge gli Istituti scolastici di ogni ordine e grado sul territorio provinciale di Pavia, che i ragazzi stessi, gli insegnanti e i genitori siano coinvolti nel processo di presa di coscienza e consapevolezza del fenomeno e dei rischi ad esso collegati, così da favorire a scuola e nei momenti di socialità, un clima di convivenza e rispetto reciproco. La Scuola viene ripensata quale “Comunità di dialogo, di ricerca e di esperienza sociale” in grado di contribuire allo sviluppo delle abilità di vita (Life Skills) dei propri studenti. Tramite interventi di sensibilizzazione ed informazione, si intendono favorire anche i concetti di cittadinanza attiva quali la legalità, l’etica della responsabilità e della convivenza civile, promuovendo concretamente il rispetto di se’ e degli altri.
La proposta progettuale dei Consultori familiari di ASST Pavia si propone, attraverso un approfondimento sulle tematiche legate all’educazione emotiva, di fornire ai partecipanti maggiori strumenti per allenare i bambini ad esprimere e a riconoscere i propri e gli altrui sentimenti, così poi da sviluppare capacità riflessive ed empatiche, che sono fattori protettivi per la crescita, in quanto aiutano i ragazzi a non esporsi eccessivamente a situazioni di rischio e ad agire comportamenti violenti. Gli incontri sono a cura dei professionisti dei Consultori Familiari della UOS Prevenzione Socio Sanitaria Territoriale Sussidiarietà e Sostegno alla famiglia di Asst PaviaLink alla locandina

Pagine