News dall'Azienda Socio-Sanitaria Territoriale

INFORMAZIONI UTILI | TAMPONE NASO-FARINGEO PER LA RICERCA DEL VIRUS SARS COV2

INFORMAZIONI UTILI | TAMPONE NASO-FARINGEO PER LA RICERCA DEL VIRUS SARS COV2

 

A partire da Lunedì 24 maggio, l'attività presso i centri per l'esecuzione dei tamponi Drive Through sarà ridotta a tre giorni alla settimana: lunedì, mercoledì e venerdì, dalle  ore 8:00 alle ore 14:00
 

Senza Prenotazione
PRESSO I DRIVE THROUGH PROGETTO IGEA – IN COLLABORAZIONE CON AEREONAUTICA
L’attività è ad accesso diretto con impegnativa del medico curante. L’esecuzione dei tamponi si svolge secondo la seguente organizzazione:
VIGEVANO: presso il Palazzetto dello Sport - via Gravellona, 68 
dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 14:00 
fino al numero massimo di 150 tamponi al giorno
VOGHERA: presso piazzale Enrico Fermi
il lunedì dalle ore 8:00 alle ore 14:00, 
dal martedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 13:00.
fino al numero massimo di 150 tamponi al giorno

Con Prenotazione
L’accesso all’effettuazione dei tamponi è consentito previa prenotazione, con prescrizione da parte del MMG/PLS o con autocertificazione recante il timbro da parte della scuola e allegato documento d’identità, fermo restando sempre e comunque il raccordo con il curante.
L'ESECUZIONE DI TAMPONI PRESSO ASST SI SVOLGE UNICAMENTE A SEGUITO DI PRENOTAZIONE EFFETTUABILE:
1.Se in possesso di impegnativa bianca o rossa SISS (scritta al PC) accedendo al portale PRENOTA SALUTE https://prenotasalute.regione.lombardia.it/prenotaonline/ 
2.Se in possesso di autodichiarazione firmata dalla scuola o di ricetta rossa scritta a mano telefonando ai numeri 0382-1958463 e 0383-695263 dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 12:30 o scrivendo alla casella mail presaincarico [at] asst-pavia.it
3.Per il Drive Through di Varzi chiamando il numero 0383-547235 (attivo dal lunedì al venerdì, dalle 09:30 alle 12:00), per effettuazione del tampone il Martedì e Giovedì, dalle 08:30 alle 11:00.

Se la richiesta avviene via mail l’operatore richiede i seguenti dati:

  • Nome, Cognome, data di nascita, codice fiscale, numero di telefono;
  • Indicare se è in possesso di ricetta del Medico/Pediatra o se è in possesso di autodichiarazione timbrata dalla scuola a cui allega un documento di identità (se in possesso di ricetta bianca la allega alla mail);
  • Il giorno in cui vuole effettuare il tampone;
  • Il Comune (tra Vigevano, Voghera e Casorate Primo) dove vorrebbe eseguire il tampone.

La prenotazione può anche essere effettuata dal MMG/PLS sul portale MAINF mediante le agende messe a disposizione dall’ASST Pavia, ma non necessariamente solo tramite la predetta modalità.
L’utente deve portare con sé la documentazione il giorno dell’esecuzione del tampone (prescrizione o autodichiarazione), deve visualizzare nel sito internet ASST Pavia l’informativa relativa al trattamento dei dati personali per l’erogazione del servizio temporaneo di ritiro referti esiti test covid-19 e, qualora interessato al servizio, compilare il modulo “CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI” da consegnare il giorno dell’esecuzione del tampone.

Si riporta il link informativo di Regione Lombardia per ogni aggiornamento in merito all’avvio delle attività scolastiche: https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioRe

Visualizzazione referto
La modalità più semplice e immediata per conoscere l'esito del tampone rino-faringeo per il Covid19 è quella di visualizzarlo sul proprio Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) dove il referto viene caricato di norma entro 24 ore dal conferimento presso il laboratorio di Microbiologia.
Si riportano le modalità per l'accesso al FSE:
https://www.fascicolosanitario.regione.lombardia.it/
Qualora non ancora in possesso delle credenziali per accedere al suddetto fascicolo è possibile accedere al servizio temporaneo di consultazione online dei referti tamponi covid 19 con accesso da parte degli assistiti tramite servizi digitali sul sito del fascicolo sanitario elettronico (FSE), previo rilascio del consenso al trattamento dei dati personali.
https://www.fascicolosanitario.regione.lombardia.it/web/fserl-pubblica/u...
Il servizio ti permette di visualizzare e scaricare il referto relativo all’ultimo tampone per COVID-19, tuo e dei tuoi familiari.
Ti ricordiamo che il servizio è attivo limitatamente al periodo dell’emergenza COVID-19, ai sensi dell’art. 17 bis del DL n. 18 del 17.03.2020, convertito in L. n. 27 del 24.04.2020. Al momento della prenotazione o dell’esecuzione del tampone viene, inoltre, presentata l’informativa relativa al trattamento dei dati personali e richiesto il consenso dell’interessato, ai sensi dell’art. 9, par. 2, lett. a) del Regolamento UE 2016/679. L’informativa è consultabile anche da link dedicato in fase di inserimento dati.
Per visualizzare il referto dell’esame per COVID-19 e necessario seguire le istruzioni contenute nella sezione “Guida” del link dedicato.
 

Documento: 
AllegatoDescrizione
Scarica il fileMANUALE DI ISTRUZIONI PER LA PRENOTAZIONE DEI TAMPONI ASST PAVIA
Scarica il fileInformazioni utili - tampone naso faringeo per la ricerca del virus SARS COV 2
Scarica il fileInformativa privacy - consenso trattamento dati personali | Ritiro referti

DAISY AWARD: PREMIATA LA DOTT.SSA ANNAMARIA TANZI

ASST Pavia plaude al riconoscimento ottenuto dalla dott.ssa Annamaria Tanzi, premiata dalla Fondazione statunitense Daisy (www.daisyfoundation.org), assieme ad altri 11 infermieri, scelti tra i più qualificati ed impegnati, tramite le articolazioni della CNAI e delle Organizzazioni Infermieristiche Italiane. Annamaria Tanzi presta il proprio prezioso lavoro nell’ambito del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze di ASST Pavia, diretto dal Professor Pierluigi Politi.

Il Daisy Award è un riconoscimento per infermiere/i impegnati nel quotidiano a favore dei cittadini e della salute, all'interno di un percorso che tende a valorizzare, premiare e incentivare gli infermieri più qualificati, più compassionevoli e più impegnati.
La Fondazione DAISY è stata fondata negli Stati Uniti d'America, nel 2000, dalla famiglia Barnes in memoria del figlio, J. Patrick Barnes, morto per complicazioni della porpora trombocitopenica idiopatica (ITP), all'età di 33 anni. La Fondazione si dedica al finanziamento della ricerca, per aiutare a combattere le malattie del sistema immunitario e supportare i pazienti con ITP e le loro famiglie.
Essendo stata toccata dalla straordinaria capacità di assistenza, cura, dalle abilità cliniche e dalla compassione degli infermieri, durante la malattia di Patrick, la famiglia Barnes ha deciso di riconoscere gli “infermieri straordinari” in tutto il mondo.

Attraverso il Daisy Award e altri programmi di riconoscimento, la Fondazione, con i suoi partner, vuole onorare il lavoro “superumano” che gli infermieri svolgono ogni giorno per i pazienti e le famiglie, ovunque si esercitino, in qualunque ruolo ricoprano e durante la loro carriera, dallo studente di infermieristico a quelli a livello dirigenziale.
Nella creazione del DAISY Award, tre elementi sono centrali nel programma di riconoscimento:
• una partnership con le organizzazioni sanitarie/Aziende/Ospedali per fornire un riconoscimento continuo delle capacità cliniche, e in particolare per onorare la competenza e la compassione che gli infermieri forniscono ai pazienti e alle famiglie durante tutto l'anno;
• la flessibilità, in modo che il DAISY Award possa essere adattato alla cultura e ai valori unici di ogni ospedale/struttura sanitaria;
• un programma che consente, previo accordo con The DAISY Foundation, di implementare il DAISY Award nella propria struttura sanitaria.

La dott.ssa Annamaria Tanzi è stata premiata per l'impegno e la dedizione che da sempre caratterizzano il suo operato: in particolare per la professionalità agita con la costante formazione, e con la promozione di un'assistenza basata su metodi scientifici e sui risultati della ricerca. Nella candidatura, è stato sottolineato l'impegno profuso nell'applicare e diffondere la metodologia del "case management" e del "budget di salute", nonché nella creazione e collaborazione in progetti di riqualificazione dei percorsi di vita dell'utenza. 
La dott.ssa Tanzi è associata a varie organizzazioni Infermieristiche e socio fondatore del SISISM (Società Italiana di Scienze Infermieristiche in Salute Mentale), unica in Italia a coinvolgere gli Infermieri impegnati nell'ambito della Psichiatria, che ha aperto le porte anche ad altri professionisti sanitari, facendosi promotrice dello sviluppo dell'identità, della cultura e di quello stile infermieristico capace di collaborazione paritaria con le altre professioni sanitarie.

Annamaria Tanzi è risultata vincitrice di ben due premi: oltre che del citato Daisy Award, per la prima volta assegnato in Italia nel 2021, anche del premio Nursing Now, per l'esemplare contributo infermieristico fornito, in grado di garantire un significativo impatto benefico sull'organizzazione e sulla salute dei cittadini.

INAUGURAZIONE DEL PUNTO VACCINALE TERRITORIALE ANTI-COVID DI VOGHERA, ALLA PRESENZA DEL PRESIDENTE DI REGIONE LOMBARDIA, ATTILIO FONTANA

Dal giorno 8 marzo 2021, ASST Pavia ha attivato il Punto Vaccinale territoriale Anti-SARSCOV2 di Voghera, con sede presso l’“AUSER”, di Via Famiglia Cignoli n.1. Questa nuova sede sostituisce il punto vaccinale precedentemente allestito presso l’Ospedale Civile di Voghera.
 
L’inaugurazione ufficiale del Centro Vaccinale è avvenuta venerdì 14 maggio, alla presenza del Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana. Il Presidente è stato accolto dal Commissario Straordinario di ASST Pavia, Dott. Marco Paternoster, dall'On. Elena Lucchini e dal Sindaco di Voghera, dott.ssa Paola Garlaschelli. Sono stati invitati, in rappresentanza del territorio, anche i Consiglieri regionali Giuseppe Villani, Roberto Mura, Ruggero Invernizzi e Simone Verni. Ha presenziato all'evento anche la Direzione Strategica di ASST Pavia: dott. Paolo Puorro, Direttore Amministrativo, dott. Francesco Reitano, Direttore Sanitario e dott. Armando Gozzini, Direttore Socio-Sanitario, insieme al Direttore Generale di ATS Pavia, Dott.ssa Mara Azzi

All’interno della struttura, sono presenti 8 punti vaccinali. Il centro vaccinale è quindi organizzato per una capacità produttiva massima di 8 linee, divise in due aree. L’area interna e l’area esterna sono costituite rispettivamente da 4 linee; l’area esterna è stata realizzata con il contributo di Croce Rossa Italiana. ASST Pavia ha autorizzato, con una apposita convenzione, Il Rotary CLUB Voghera, a gestire una linea vaccinale gratuitamente, denominata "ROTARY STOP COVID", per la quale il Club ha mobilitato ed organizzato i volontari sanitari e di altre figure di complemento necessarie per le operazioni amministrative. 

Le 8 linee lavorano dal lunedì al sabato, dalle 8.00 alle 20.00, con una vaccinazione ogni 5 minuti (12 vaccinazioni all’ora per ogni linea). A regime, secondo la programmazione regionale, si potrà arrivare a 1152 inoculazioni giornaliere. 
La sede di Voghera ha effettuato, dalla sua apertura, 27937 vaccinazioni nelle seguenti categorie:
 
•    Fase 1 bis 
•    Personale scolastico 
•    Anziani Over 80 
•    Disabili Gravi (compresi caregivers) 
•    Persone con età > 16 anni 
•    Persone estremamente vulnerabili > 16 anni 

Non è previsto accesso libero al Punto Vaccinale Territoriale di Voghera; solamente coloro che abbiano regolarmente prenotato la somministrazione potranno avere accesso alla struttura. 

Il Piano Vaccinale di Regione Lombardia prevede, in questa fase, le vaccinazioni per le persone con più di 50 anni. Dal 31 maggio sono attive presso il Centro Vaccinale le agende per le prenotazioni degli Operatori sanitari e sociosanitari secondo il D.L. 44/2021. 

• La piattaforma di Regione Lombardia, per effettuare la prenotazione online, è consultabile all’indirizzo: https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/vaccinazion...
 
• Per informazioni, è possibile chiamare il numero verde regionale: 800894545 

 

12 MAGGIO | GIORNATA INTERNAZIONALE DELL'INFERMIERE

Il 12 maggio, data di nascita di Florence Nightingale, fondatrice delle Scienze infermieristiche moderne, è stata scelto, ormai molti decenni fa, dall’International Council of Nurses, come data della Giornata Internazionale dell’infermiere, celebrata oggi in tutto il mondo. 
A partire dal 1992, la Federazione nazionale Collegi Ipasvi sostiene la Giornata internazionale dell’Infermiere anche con la diffusione di manifesti, che sottolineano l’impegno degli infermieri italiani sui temi della solidarietà e dell’alleanza con i pazienti e le loro famiglie. Gli slogan proposti, in oltre un decennio, ribadiscono la scelta di stare “dalla parte del cittadino”. Il 12 maggio è così diventato l’occasione per far sì che la professione infermieristica “parli un po’ di sé” ai i ricoverati negli ospedali, agli utenti dei servizi territoriali, agli anziani, agli altri professionisti della sanità, ma anche ai giovani che devono scegliere un lavoro; a tutti coloro – insomma – che nel corso della propria vita hanno incontrato o incontreranno “un infermiere”. 

Questo è l'anno in cui gli infermieri tornano sul territorio, tornano vicino alle persone, nelle loro case, nelle scuole, nelle comunità; luoghi cruciali, in cui la presa in carico e la prevenzione fanno la differenza nel livello di salute. Un cambio di passo forte, per la sanità, nei prossimi 10 anni, che vedrà grandi investimenti sul territorio, non soltanto nelle prestazioni e nelle pianificazioni assistenziali, ma anche nel governo dei processi.

La capacità interpretare e rispondere ai bisogni socio assistenziali e sanitari, permette agli infermieri di condividere con le persone, con le famiglie, con le istituzioni locali e con tutte le strutture socio-sanitarie del territorio, un vero e proprio progetto di salute, nel rispetto della dignità della persona e del suo contesto di vita.

L’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Pavia ha realizzato, in occasione di questa importante giornata, un video dal titolo: “Come chiamare la vita per nome”, ispirato ad una poesia che Davide Ferrari ha scritto per gli Infermieri in occasione del 12 maggio. Una narrazione poetica, in cui tutte le emozioni della appassionante, ma anche faticosa, professione dell’Infermiere, fanno breccia nel pubblico, attraverso le parole e la rappresentazione degli attori scelti per questa importante occasione. Un team di comparse di tutto rispetto: uomini e donne nella vita, Infermiere ed Infermieri nel lavoro, attori per diletto, che con entusiasmo e passione hanno raccontato loro stessi, attraverso le parole della poesia. Il video è stato girato dal regista Alessandro Tosatto.

Al progetto hanno partecipato infermieri di tante realtà sanitarie ospedaliere pavesi, anche di ASST Pavia, con personale dell’Ospedale di Voghera e dell’Ospedale Asilo Vittoria di Mortara, in rappresentanza degli oltre 4000 infermieri della Provincia di Pavia.

5 maggio | Giornata internazionale dell'ostetrica

Celebrare la Giornata internazionale dell’Ostetrica/o non è solo un appuntamento da calendario, ma significa soprattutto ricordare l'importanza dell’assistenza qualificata e basata su evidenze scientifiche erogata dall’Ostetrica/o: professionista adeguatamente formata nelle scienze ostetrico neonatali e ginecologiche, con un ruolo chiave storico per la salute delle donne, delle madri, dei neonati, delle famiglie e della comunità. L’essenza di questo messaggio è racchiusa nello slogan coniato per la celebrazione del 2021 dall’International Confederation of Midwives: “Follow the data: invest in Midwives”, che invita a focalizzarci sulle evidenze scientifiche che dimostrano come investire nelle Ostetriche/ci migliori gli esiti di salute materno-feto/neonatali.
 
Già nel dicembre del 2020 un articolo del Lancet Global Health, aggiornando l’analisi svolta nel 2014, ha stimato l’impatto dell’assistenza ostetrica sugli esiti di salute materni e feto/neonatali dimostrando ancora una volta che investire e valorizzare il ruolo delle Ostetriche e modelli organizzativi di continuità assistenziale (presa in carico della donna e della sua famiglia nel periodo perinatale) può ridurre, entro il 2035, del 67% le morti materne e del 64% le morti neonatali prevedibili. Questi risultati non si riferiscono solo ai Paesi a basso reddito, poiché anche in Occidente i Modelli di assistenza a gestione autonoma dell’Ostetrica/o sono associati a migliori esiti di salute: riduzione dei parti pre-termine, delle morti endouterine fetali e degli interventi ostetrici, con un maggior grado di soddisfazione materna.

 
Prestare attenzione ai dati significa programmare e attuare politiche sanitarie e di welfare appropriate e sicure attraverso un maggiore investimento sulla professione ostetrica per il suo ruolo strategico nel promuovere strategie di prevenzione e di empowerment che rafforzano le competenze delle donne all’interno di una relazione di “care” fondata sul rispetto, sulle necessità individuali, sulla promozione dei normali processi riproduttivi e che prevede il trattamento tempestivo delle situazioni complicate e di emergenza. Anche la pandemia da Covid-19 ha fatto emergere il valore dell’assistenza ostetrica e neonatale territoriale che si realizza attraverso la presa in carico delle donne da parte delle ostetriche/ci e il potenziamento dei servizi di prevenzione nel periodo perinatale ed in ogni fase della vita della donna.
 
L’Ostetrica/o rappresenta, quindi, la chiave per il miglioramento della salute pubblica: la connessione nel tempo (dal parto alla vita adulta) e nei luoghi (dal domicilio, al territorio, fino ai servizi ospedalieri), nonostante il limitato riconoscimento e investimento sul suo ruolo. Molti interventi di salute erogati dalle Ostetriche/i italiane in ogni setting assistenziale, 7 giorni su 7, 24 ore su 24, si sono dimostrati efficaci nel ridurre la diffusione della pandemia e nel garantire standard assistenziali raccomandati anche alle donne con malattia da SarsCovid-19. In particolare, sono state attivate strategie per intercettare e assistere le donne che, temendo il contagio, avrebbero rinunciato all’offerta di incontri ed esami perinatali raccomandati e indifferibili.

TAMPONI ANTIGENICI RAPIDI NELLE FARMACIE

E' stato approvato l'accordo con le farmacie per l’esecuzione di tamponi antigenici rapidi in farmacie SSR ed extra SSR tra Regione Lombardia (Direzione Generale Welfare), Federfarma Lombardia, Assofarm/Confservizi Lombardia e Federazione Regionale Ordini dei Farmacisti, che disciplina le modalità di effettuazione dei tamponi rapidi nelle farmacie aperte al pubblico.
L'accordo è valido fino al al 31 dicembre 2021 e la vigenza dello stesso decorre dalla data della sua sottoscrizione.

 

Documento: 
AllegatoDescrizione
Scarica il fileallegato 1 - adesione
Scarica il fileallegato 2 - consenso informato
Scarica il fileallegato 3 - attestazione esito
Scarica il fileallegato 4 - informativa privacy

Come cambiare il Medico di Medicina Generale tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico | Video Tutorial

 

Video tutorial visibile su Youtube per cambiare il medico tramite il Fascicolo Sanitario ElettronicoASST Pavia ha pubblicato sul proprio canale YouTube un video tutorial nel quale vengono descritti tutti i passaggi per cambiare, in autonomia, il Medico di Medicina Generale (MMG) o il Pediatra di Libera Scelta (PLS) tramite il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE). Attraverso la procedura online non è possibile scegliere i medici massimalisti (eventuali deroghe potranno essere accolte agli sportelli di scelta e revoca). E' invece possibile scegliere online un nuovo medico se il precedente ha cessato l'attività (es. per pensionamento). Cosa occorre per cambiare il medico o il pediatra online:  

  • disporre della Tessera Sanitaria - CNS dell’interessato (o del figlio minorenne);
  • l'interessato (o il genitore/il legale rappresentante del minore), dovrà disporre di una modalità di autenticazione al sito del Fascicolo sanitario elettronico;
  • nel caso di cambio del pediatra o del medico per un minorenne, il genitore/legale rappresentante dovrà autocertificare online, ai sensi di legge, di essere il legale rappresentante del minorenne.

ATTENZIONE: quando viene scelto il medico o il pediatra per la prima volta, bisogna recarsi presso gli sportelli di Scelta e Revoca delle ASST del territorio; sarà possibile eseguire l’operazione online dal cambio successivo. Il cambio da pediatra a medico di medicina generale è possibile al compimento del quattordicesimo anno di età del minore.

5 maggio | Giornata Mondiale per il lavaggio delle mani

Dal 2005, ogni anno, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) promuove, per il 5 maggio, la Giornata mondiale per il lavaggio delle mani, per ricordare l’importanza di questo gesto semplice, ma essenziale, nella prevenzione delle infezioni trasmissibili, soprattutto negli ambienti ospedalieri e di cura.

Soprattutto in ambito assistenziale, ma anche nella comunità, lavarsi le mani correttamente impedisce la trasmissione dei microrganismi responsabili di molte malattie infettive, dalle più frequenti come l'influenza e il raffreddore, a quelle più severe come le infezioni correlate all’assistenza (ICA).
In particolare, durante l’emergenza pandemica da SARS-Cov-2 tuttora in corso, è di cruciale importanza lavarsi correttamente le mani, a casa, nei luoghi di cura, in comunità, al fine di evitare il contagio con il nuovo coronavirus SARS-Cov-2, ridurre la sua trasmissione e limitare il rischio di co-infezione con altri microrganismi.

Come lavare le mani
Il lavaggio delle mani ha lo scopo di garantire un’adeguata pulizia e igiene delle mani attraverso un'azione meccanica.
Per l’igiene delle mani è sufficiente il comune sapone. In assenza di acqua si può ricorrere ai cosiddetti igienizzanti per le mani (hand sanitizers), a base alcolica. 
Se si usa il sapone è importante frizionare le mani per almeno 40-60 secondi.
Se il sapone non è disponibile usare una soluzione idroalcolica per almeno 20-30 secondi.
I prodotti reperibili in commercio per la disinfezione delle mani in assenza di acqua e sapone (presidi medico-chirurgici e biocidi autorizzati con azione microbicida) vanno usati quando le mani sono asciutte, altrimenti non sono efficaci.
Inoltre è importante non abusare di questi prodotti, in quanto il loro uso frequente e prolungato potrebbe favorire nei batteri lo sviluppo di resistenze nei confronti di alcune sostanze contenute nelle soluzioni, oltre a indebolire le difese naturali della cute, aumentando il rischio di contrarre infezioni.

È importante lavarsi le mani:

Prima
di toccarsi occhi/naso/bocca (per es., per fumare, usare lenti a contatto, lavare i denti, etc.)
di mangiare
di assumere farmaci o somministrare farmaci ad altri
Prima e dopo 
aver maneggiato alimenti, soprattutto se crudi
aver usato i servizi igienici,
aver medicato o toccato una ferita
aver cambiato il pannolino di un bambino
aver toccato una persona malata
aver toccato un animale
Dopo 
aver frequentato luoghi pubblici (negozio, ambulatorio, stazione, palestra, scuola, cinema, bus, ufficio, etc.) e, in generale, appena si rientra in casa
aver maneggiato la spazzatura
aver utilizzato soldi
aver toccato altre persone.

E' buona abitudine, inoltre, tossire/starnutire nella piega del gomito, per evitare di contaminare le mani con cui successivamente si possono trasmettere i propri microrganismi (toccando ad esempio il cellulare, la maniglia di una porta, etc.).
Infine, si raccomanda di utilizzare fazzoletti monouso per soffiare il naso, possibilmente eco-sostenibili, e di smaltirli nei rifiuti, e lavarsi le mani, subito dopo l’uso.

L'igiene delle mani in ambiente assistenziale
L’igiene delle mani svolge un ruolo fondamentale per la nostra salute e quella delle altre persone anche e soprattutto negli ambienti assistenziali.
Le ICA sono un problema globale che colpisce circa il 7-10% dei pazienti, a seconda del Paese. In Italia si stima che il 5-8% dei pazienti ricoverati contrae un’infezione ospedaliera (fonte Istituto Superiore di Sanità - ISS). Non tutte le ICA sono prevenibili, ma si stima che almeno la metà potrebbero essere evitate.
L'assistenza sanitaria pulita (“clean care”) è riconosciuta dall'OMS come una delle sfide più urgenti da affrontare da parte della comunità globale nei prossimi 10 anni, nella corsa verso il rispetto dei tempi prefissati per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals, SDG) o Agenda 2030.
L'applicazione delle misure di igiene nell'ambito dell'assistenza sanitaria pulita previene le ICA e la trasmissione di microrganismi potenzialmente patogeni sia nel setting assistenziale e sia in comunità.
La prevenzione delle ICA è di fondamentale importanza anche al fine di ridurre le infezioni resistenti ai farmaci e la diffusione dei microrganismi resistenti.

DONAZIONE DI UN’INCUBATRICE NEONATALE E DI UNA LAMPADA FOTOTERAPICA DA PARTE DELL’ASSOCIAZIONE ROTARY CLUB MEDE VIGEVANO

Grazie all’Associazione Rotary Club Mede Vigevano di Gambolò, l’Unità Operativa Complessa di Pediatria e Nido dell’Ospedale Civile di Vigevano ha potenziato la dotazione di apparecchiature neonatali, con un’incubatrice neonatale e una lampada fototerapica.
La donazione è stata ufficializzata con una conferenza stampa tenutasi lunedì 26 aprile presso l’UOC Pediatria e Nido dell’Ospedale Civile di Vigevano.

L’incubatrice neonatale permette di ricreare l’ambiente intrauterino e assicura ai piccoli neonati pretermine o sottopeso le giuste condizioni per la sopravvivenza e la crescita. La lampada fototerapica consente, invece, di trattare efficacemente l’ittero neonatale, ovvero la colorazione giallastra della pelle, delle sclere e delle mucose causata da un aumento della bilirubina nel sangue, sostanza che deriva dal metabolismo dell'emoglobina contenuta nei globuli rossi.

L'Unità Operativa Complessa di Pediatria e Nido accoglie ed offre cura ed assistenza di qualità a tutti i bambini affetti dalle più frequenti patologie dell'età pediatrica.
L'equipe medica è composta da pediatri che hanno competenza in problemi di patologia generale e singolarmente di aree specialistiche (neonatologia, allergologia, auxologia, endocrinologia, gastroenterologia, reumatologia, ecc.). Ciò permette di offrire ai piccoli pazienti un approccio specialistico anche per le patologie generali.
Il Nido assicura l'assistenza al neonato ed alla madre nei primi giorni di vita, al fine di promuoverne ed assicurarne la salute ed il benessere.

L'attività e le caratteristiche principali del Nido si possono così riassumere:
- Assistenza al neonato sano per garantire la fisiologia dell'adattamento postnatale, la prevenzione e la diagnosi tempestiva di patologia organica, malformativa e socio-relazionale, l'allattamento al seno, la relazione precoce mamma-papàbambino, l'esecuzione degli screening e delle profilassi neonatali;
- Assistenza al neonato con patologia minore con particolare riguardo ai nati pretermine e/o di basso peso neonatale e quelli con patologia organica e/o malformativa che non necessitano di cure intensive neonatali;
- Assistenza al neonato in sala parto;
- Accesso al Nido sempre libero per entrambi i genitori;
- Attuazione del Rooming-in 24 ore su 24: durante le ore del giorno e della notte i neonati possono restare nella stanza della mamma, dove vengono seguiti dal personale della neonatologia.

La promozione ed il sostegno dell'allattamento al seno sono garantiti fin dalla nascita, con formazione del personale specifica per la diagnosi e la cura di problemi o complicazioni eventualmente correlati.
Durante la permanenza in ospedale le mamme hanno, inoltre, la possibilità di ottenere informazioni dettagliate sui servizi di assistenza territoriale.

ASST Pavia esprime un sentito e profondo ringraziamento all’Associazione Rotary Club Mede Vigevano di Gambolò, per questo atto di generosità, a beneficio dei pazienti più piccoli.

Care-givers e soggetti non riconosciuti dal sistema | Novità in merito all'adesione alla Campagna Vaccinale

Regione Lombardia comunica le nuove funzionalità implementate sulla piattaforma di prenotazione dedicata alla Campagna Vaccinale.

Caregivers e conviventi di soggetti disabili/estremamente vulnerabili possono prenotarsi con le seguenti modalità:
a. il convivente/caregiver accede al portale con i dati (CF e TS) del soggetto estremamente vulnerabile o disabile, anche se già vaccinato: nel portale per ogni soggetto di elevata fragilità è possibile prenotare da subito fino a 3 conviventi/caregivers.
b. Nel caso in cui la modalità descritta al punto precedente non andasse a buon fine e sul portale il soggetto ad alta fragilità non venisse riconosciuto come tale (a titolo di esempio, nei casi di soggetti estremamente vulnerabili vaccinati in ambiente ospedaliero) :il convivente/caregiver registra il soggetto di cui è convivente o caregiver. Questa preadesione del soggetto ad elevata fragilità darà luogo, 24 ore dopo, all’accesso alla prenotazione di un massimo di 3 convivente/caregiver a lui collegati. Si rammenta che il caregiver/convivente che si prenota dovrà consegnare l’autodichiarazione al Centro Vaccinale al momento della presentazione.

Soggetti con problemi di riconoscimento da parte del sistema di prenotazione:
- soggetti appartenenti alla categoria di offerta per età ma che non vengono riconosciuti dal sistema: questa situazione può accadere, ad esempio, per i soggetti residenti in altre Regioni ma presenti temporaneamente, AIRE, tessere scadute o in fase di aggiornamento, ecc.: in questo caso il cittadino non fragile ma appartenente di diritto per età all’offerta vaccinale, può contattare il contact center e chiedere di essere inserito nelle liste di prenotazione;
- soggetti ad elevata fragilità che nel sistema sono inseriti per età e che pertanto non riescono a prenotare i propri caregivers/conviventi. In questo caso nella pagina di prenotazione è stata inserita l’informazione di chiamare il contact center che potrà cambiare la categoria di appartenenza del soggetto consentendogli di prenotare i propri caregiver/conviventi.

I CONSULTORI FAMILIARI ASST DI PAVIA PRESENTANO IL 23 APRILE 2021 LA GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO E DEL DIRITTO D'AUTORE

In occasione della Giornata Mondiale del Libro e del diritto d'autore, nel giorno di San Giorgio, il Consultorio Familiare di Pavia aderisce all'iniziativa con questi 3 video dedicati ai più piccoli.

 

► Giornata mondiale del libro per i nostri cuccioli del Consultorio Familiare di Pavia 

► A sbagliare le storie...

► La chiocciolina e la balena

 

⇒ L'iniziativa: Una rosa per un libro

 

IL PRESIDENTE ATTILIO FONTANA IN VISITA AL CENTRO VACCINALE DI VIGEVANO

Nella giornata di oggi, mercoledì 21 aprile, il Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha fatto visita al Centro vaccinale di Vigevano allestito presso il Centro commerciale Il Ducale, sede della campagna massiva vaccinale contro Covid-19.

Durante la visita, il Presidente Fontana si è complimentato con il personale di ASST Pavia per l'organizzazione, l'impegno e la professionalità che stanno caratterizzando l'attività vaccinale.
 

 

 

IL DOTT. MARCO PATERNOSTER ALLA GUIDA DI ASST PAVIA

Regione Lombardia, con D.G.R n. XI/4539, del 15 aprile 2021, ha nominato il dott. Marco Paternoster Commissario Straordinario di ASST Pavia.
Paternoster, laureato in Scienze Politiche presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, ha una lunga esperienza manageriale, maturata in diverse aziende ospedaliere lombarde, e approda in ASST Pavia dopo il precedente incarico di Direttore Amministrativo dell’ASST Ovest Milanese.

ASST Pavia è e sarà quotidianamente e profondamente impegnata nell’attività di contrasto all’epidemia da covid 19 e di continuo monitoraggio dell’andamento epidemiologico, per determinare prontamente le necessarie azioni di risposta alle esigenze dei cittadini.

Il dottor Paternoster, che nei prossimi giorni visiterà i presidi ospedalieri per approfondire la conoscenza delle strutture aziendali, si dichiara determinato nel perseguire tutti gli obiettivi sfidanti che caratterizzeranno i prossimi mesi prestando particolare attenzione alla campagna vaccinale attivata presso i due hub vaccinali presso l’auser di Voghera e il centro commerciale ducale di Vigevano ed alla somministrazione dei vaccini ai pazienti fragili presso i presidi ospedalieri di Vigevano, Voghera, e Stradella infatti: “Come ricordato da Regione Lombardia nei suoi recenti indirizzi di programmazione, il 2021 si caratterizza per un nuovo scenario di lotta alla pandemia, rappresentato dalla disponibilità dei vaccini, che sono oggi la più importante ed efficace arma di cui il sistema sanitario può disporre. Ne consegue che obiettivo primario dell’anno 2021 è quello di vaccinare la totalità della popolazione lombarda target entro i mesi estivi, affinché si possa ritornare presto alle normali attività legate alla vita sociale”

ASST Pavia continua stabilmente a garantire le prestazioni ambulatoriali, confidando in una prossima riattivazione a pieno regime della rete ospedaliera sulla base dell’evoluzione epidemiologica della pandemia.
Il Commissario Paternoster si associa quindi al motto di ASST Pavia, nella consapevolezza che, essere utili ai cittadini, sia davvero un privilegio.

Registrazione campagna vaccinale dei soggetti disabili ai sensi L.104/92, non presenti nelle liste INPS

I soggetti disabili gravi ai sensi della L.104/92, art. 3, comma 3, che non riescono ad accedere alla piattaforma di prenotazione perché non inseriti nelle liste trasmesse da INPS potranno accedere successivamente chiamando il call center 800 894 545 e fornendo all’operatore telefonico i seguenti dati:

 

  • Tessera Sanitaria
  • Codice Fiscale
  • Nome Cognome
  • Data di nascita
  • Categoria (disabile grave L.104/92, art. 3, comma 3)
  • Numero di Cellulare
  • Provincia, Comune e CAP di residenza/domicilio
  • Indirizzo di residenza/domicilio
     

Dopo 24/48 ore il cittadino potrà prenotare l’appuntamento attraverso la piattaforma dedicata prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it, per sé e per i propri caregiver/conviventi (possibilità di indicare massimo 3 persone tra caregiver e conviventi).
Il giorno della vaccinazione la persona con disabilità grave dovrà presentare copia del certificato di disabilità (verbale) rilasciato dall’INPS. I caregiver/conviventi dovranno essere muniti di apposita autocertificazione.
Si ricorda che le dichiarazioni mendaci, la falsità nella formazione degli atti e l'uso di atti falsi comportano l'applicazione delle sanzioni penali previste dal DPR 445/2000

Reclutamento di medici per attività vaccinale, di monitoraggio dei pazienti a mezzo telefono e di esecuzione di tamponi naso-faringei

ASST Pavia, in esecuzione della DGR 3325/2020, ha indetto avviso pubblico di manifestazione di interesse per il reclutamento di medici per attività vaccinale, di monitoraggio dei pazienti a mezzo telefono ed esecuzione di tamponi naso-faringei, con destinazione al Polo Territoriale Lomellina – sede di Vigevano –, Polo Territoriale Pavese – sede di Pavia -, e Polo Territoriale Oltrepò – sede di Voghera -, con possibilità di impiego presso le restanti sedi aziendali ove vengono praticate le sopracitate attività.

L’avviso rimarrà aperto sino a reclutamento delle unità Mediche necessitanti all’Amministrazione, e verrà nuovamente editato, qualora si dovessero verificare delle defezioni o delle carenze tali da non consentire la costante garanzia di presenza dei Medici necessitati.

Requisiti di accesso:
Per l’accesso agli incarichi gli Aspiranti dovranno risultare in possesso, a pena di esclusione, dei requisiti di seguito specificati:
1. Titolo di studio: laurea in Medicina e Chirurgia,
2. Iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Medici (che dovrà essere in ogni caso posseduta all’atto di sottoscrizione del contratto individuale di lavoro). L’iscrizione al corrispondente Albo Professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione all’avviso pubblico di manifestazione d’interesse, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’Albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.

Tipologia di rapporto di lavoro e durata:
Rapporto di lavoro autonomo in regime fiscale di libera professione/collaborazione coordinata e continuativa, per n.35 ore settimanali. Gli incarichi in oggetto verranno conferiti da data da definirsi all’atto di sottoscrizione del relativo contratto individuale di lavoro, e avranno durata sino al 31 luglio 2021.
Qualora possibile e qualora ne ricorresse la necessità, gli incarichi potranno essere oggetto di rinnovo a decorrere dal 1 agosto 2021, per durata insindacabilmente stabilita da ASST Pavia.

La manifestazione d’interesse dovrà avvenire attraverso l’inoltro di specifica istanza, mediante utilizzo di modello allegato all’Avviso, consultabile all’indirizzo: https://www.asst-pavia.it/node/25173
Il modello dovrà essere sottoscritto dal Candidato con firma autografa. L’istanza dovrà essere corredata da aggiornato curriculum vitae et studiorum, anch’esso sottoscritto in originale dal Candidato.

Per qualsiasi informazione in ordine all’Avviso, gli Interessati potranno rivolgersi all’Ufficio Concorsi aziendale – telefono 0381/333521-524-535.

(H)Open Week 2021 - Le iniziative di ASST Pavia

In occasione della Giornata Nazionale della Salute della Donna, che si celebra il 22 aprile, Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, organizza la sesta edizione dell’(H)Open Week dal 19 al 25 aprile.
Negli ospedali del Network Bollini Rosa, che attualmente conta 335 strutture, Onda dedica una settimana alla salute della donna, con l’obiettivo di promuovere l’informazione e i servizi per la prevenzione e la cura delle principali patologie femminili.

Ecco le iniziative proposte da ASST Pavia:

L’U.O.S.D. di Medicina Generale a Indirizzo Dietologico di ASST Pavia invita la popolazione a visionare il video “Sindrome Metabolica al femminile”.
In pochi minuti, sarà possibile un primo approccio conoscitivo di un problema sempre più diffuso, e si potrà capire come, con piccole modifiche alle proprie abitudini
alimentari, sia possibile fare passi importanti per la prevenzione della Sindrome Metabolica o verso il suo miglioramento. Il video può essere visionato al seguente link.

► È possibile accedere ai colloqui gratuiti offerti dagli psicologi e psichiatri dell’ASST di Pavia, presso gli ambulatori di Ginecologia di Voghera e Stradella, grazie ai professionisti del Dipartimento Materno-Infantile della UOC di Ginecologia e Ostetricia e dell’UOC Psichiatria Oltrepò:

  • 21 aprile, Ospedale di Stradella (Via Achilli), dalle 9:00 alle 13:00, presenza di personale dedicato del CPS di Stradella presso gli ambulatori della Ginecologia.
  • 22 aprile, Ospedale di Voghera (Via Volturno, 14), dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 15:00, presenza di personale dedicato del CPS di Voghera, presso gli ambulatori della Ginecologia.

► Per quanto riguarda l’Ospedale Civile di Vigevano, si evidenzia la collaborazione tra l’UOC Psichiatria Lomellina e l’UOC Ginecologia ed Ostetricia che prevederà:

  • distribuzione di materiale informativo relativo ai disturbi psichici nella varie età della donna;
  • autotest per l'ansia e la depressione, con scale validate per tutte le donne che accedono agli ambulatori ginecologici nella settimana;
  • presenza di sportello psicologico e medico/psichiatrico ad accesso libero per la giornata del 21 aprile

Proseguiranno come di consueto le attività mirate al riconoscimento delle patologie psichiche in gravidanza e nel peripartum.
__________________________________________________________________________________________
Per l’occasione, sono stati inoltre prodotti da Fondazione Onda i seguenti filmati a scopo divulgativo:
► Open Week – Salute della donna 2021
https://www.youtube.com/watch?v=0rRpLZGqYew&ab_channel=OndaOsservatorio 
► Pink Positive
https://www.youtube.com/watch?v=IxAcV7L2cQM&ab_channel=OndaOsservatorio
► Sindrome Premestruale
https://www.youtube.com/watch?v=_YVZx-ZqtG4&ab_channel=OndaOsservatorio

INAUGURAZIONE PUNTO VACCINALE TERRITORIALE ANTI-COVID DI VIGEVANO

L’inaugurazione ufficiale del Centro Vaccinale è avvenuta lunedì 12 aprile, presso il Centro Commerciale il Ducale di Vigevano, alla presenza della Direzione Strategica di ASST Pavia.
Il centro vaccinale è organizzato in 8 linee, divise in 3 punti vaccinali, identificati da tre colori (arancione, lilla e azzurro). Le 8 linee lavoreranno dal lunedì al sabato, dalle 8.00 alle 20.00, a partire dal 12 aprile, con una vaccinazione ogni 5 minuti (12 vaccinazioni all’ora per ogni linea).
A regime, con le dosi di vaccino necessarie a disposizione, si potrà arrivare a 1152 inoculazioni giornaliere.
Il punto vaccinale ha effettuato, nel periodo dal 2 al 10 aprile, 2194 inoculazioni. In particolare, sono terminate le vaccinazioni relative alla fase 1 bis (con 500 vaccinazioni in 48 ore), e si sta concludendo la vaccinazione dei cittadini appartenenti alla fascia over-80.

Il Piano Vaccinale di Regione Lombardia prevede, in questa fase, le vaccinazioni anche per le persone con meno di 80 anni, a partire dalla fascia d'età 79 - 70 anni.
Dal 9 aprile sono aperte le prenotazioni per le persone in condizioni di elevata fragilità, non in carico alle strutture ospedaliere, o con grave disabilità attraverso la piattaforma dedicata.
Dal 7 aprile anche gli over 80 che non hanno ancora aderito alla campagna vaccinale possono prenotare direttamente online attraverso la nuova piattaforma dedicata.

La piattaforma di Regione Lombardia, per effettuare la prenotazione online, è consultabile all’indirizzo:
https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/vaccinazionicovid

Per informazioni, è possibile chiamare il numero verde regionale: 800894545

 

11 aprile 2021 | Giornata Nazionale della Donazione di organi, tessuti e cellule

L'11 aprile 2021 si celebra la Giornata nazionale della donazione di organi, tessuti e cellule. La Giornata è stata indetta dal Ministero della Salute, su indicazione del Centro Nazionale Trapianti (CNT) e delle Associazioni di volontariato e di pazienti più rappresentative a livello nazionale, con AIDO (Associazione per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule) come capofila.

“In un momento in cui la pandemia sta rendendo molto più complicato il lavoro delle terapie intensive, riducendo di conseguenza i prelievi di organi e anche i trapianti – sottolinea una nota del CNT – diventa ancora più fondamentale il consenso dei cittadini alla donazione. Ad oggi sono quasi 9 milioni e mezzo le dichiarazioni di volontà registrate nel Sistema informativo trapianti, di cui 7 milioni di ‘sì’ e 2 milioni e mezzo di ‘no’: le opposizioni restano ancora molto alte, e nei primi 3 mesi dell’anno, a fronte di 628mila nuove dichiarazioni raccolte dalle anagrafi comunali al momento del rinnovo della carta d’identità, i ‘no’ sono stati ben 200mila, il 33,2%”.
 
È l’informazione la chiave per ridurre i dinieghi, che spesso sono causati da scarsa conoscenza del tema, pregiudizi e vere e proprie fake news. Per questo motivo la nuova campagna nazionale punta a raggiungere i cittadini con un messaggio semplice: la donazione è una scelta naturale, che non costa nulla dato che avviene dopo la morte, e che può salvare la vita fino a sette persone bisognose di un trapianto e restituire a molte altre una migliore qualità di vita con la donazione dei tessuti.

Il Centro Regionale Trapianti, per l’occasione, ha trasmesso una nota ufficiale alla Direzione Generale di ASST Pavia, ringraziando - a nome delle famiglie dei donatori deceduti e degli assistiti che hanno potuto beneficiare di un trapianto di organi e tessuti - tutto il personale aziendale coinvolto nel Procurement:

“Con viva riconoscenza al Personale dell’ASST DI PAVIA, che grazie all’impegno profuso nel 2020 nell’attività di procurement ha consentito una nuova speranza di vita a 2 riceventi di organi ed ha contributo con 101 prelievi di tessuti alla cura di oltre 3.000 pazienti”

 

► Pergamena di ringraziamento del Centro Regionale Trapianti
► Statistiche Centro Nazionale Trapianti 2020
► Efficienza del processo di donazione organi 2020

La situazione della campagna vaccinale in Lombardia: le parole del Presidente Fontana

"Da oggi è possibile prenotare il vaccino anche per i cittadini che rientrano nella categoria 70-75 anni. Inoltre, grazie alla consegna avvenuta ieri di 250.000 mila dosi di vaccino Pfizer, confermo che entro domenica 11 aprile potrà essere garantita la prima somministrazione per tutti gli over 80 che hanno aderito alla campagna vaccinale. L'ultimo aggiornamento di questa mattina certifica che la Lombardia ha somministrato 1.877.416 dosi, quindi entro la fine della settimana supereremo sicuramente i 2 milioni di inoculazioni. La campagna vaccinale, coordinata da Guido Bertolaso, che ringrazio per il grande lavoro che sta compiendo, procede speditamente con un ritmo che fa registrare una media giornaliera di 40.000 vaccinazioni, ma siamo pronti ad incrementare i numeri appena arriveranno nuove forniture". 
 

RACCOMANDAZIONE ASTRAZENECA PER OVER 60- "Nel corso dell'incontro avuto ieri con il ministro della Salute - ha sottolineato il presidente - insieme con gli altri presidenti di Regione, abbiamo chiesto di avere al più presto delle indicazioni su come riorganizzare il prosieguo della campagna vaccinale alla luce delle nuove indicazioni sull'utilizzo del vaccino Astrazeneca, di cui Ema ha comunque ribadito la sicurezza. Confidiamo di ricevere in breve tempo le informazioni utili per riprogrammare le agende riservate alle fasce di età under 60 anni per le quali avevamo previsto il vaccino prodotto dall'azienda anglo-svedese".

SCHEDA AGGIORNAMENTO CAMPAGNA VACCINALE

OVER 80 - Con 127.013 somministrazioni, fino a domenica 11 aprile, tutti gli over 80 che hanno aderito alla campagna vaccinale anti Covid (668.033) avranno ricevuto la prima dose di vaccino. Verranno somministrate a questa categoria mediamente 23.000 dosi al giorno in tutta la Lombardia.  Sono coinvolti in questa fase sia gli over 80 già prenotati e raggiunti da sms o telefonata, sia quelli che per qualche motivo non avevano ricevuto l'appuntamento e che da ieri si possono auto presentare presso i Centri vaccinali. Per coloro che invece non avessero ancora aderito circa 58.000, da ieri è previsto possano farlo attraverso il Portale regionale- Poste Italiane 
(https://www.prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it/).

PAZIENTI DOMICILIARI - Entro il 20 di aprile riceveranno la prima dose anche i restanti over 80 che hanno manifestato l'esigenza di essere vaccinati a domicilio circa 50.000, di cui ad oggi 12.164 sono già stati vaccinati. Regione Lombardia raggiungerà l'obiettivo grazie al supporto di  AREU e delle ATS attraverso le unità mobili dedicate. Sul territorio di Milano si potrà contare anche sulla collaborazione dell'Esercito Italiano che affiancherà il personale di Areu e Ats con i propri team mobili composti da medici e infermieri.

VACCINAZIONE PERSONALE SCOLASTICO- Prosegue a ritmo sostenuto la vaccinazione del personale scolastico che ha aderito alla campagna. Con 183.860 dosi somministrate si è raggiunto l'82 % della platea aderente di 222.234 soggetti.

PAZIENTI ESTREMAMENTE VULNERABILI OSPEDALIERI - I pazienti estremamente vulnerabili in Lombardia sono più di 294.646.  La vaccinazione per questi soggetti è stata avviata il 18 marzo scorso presso i centri di riferimento delle strutture sanitarie pubbliche e private della Lombardia e 47.936 hanno già ricevuto la prima dose. Da domani 9 aprile per coloro che non sono seguiti da un centro specialistico ospedaliero, la prenotazione sarà possibile sul Portale regionale (Poste Italiane). I cittadini che non riuscissero ad iscriversi direttamente sul portale potranno rivolgersi al proprio medico di medicina generale che valuterà l'inserimento negli elenchi di priorità vaccinale. 

DISABILI GRAVI (LEGGE 104 ART.3 COMMA.3) -  Per quanto riguarda la categoria dei disabili gravi gli elenchi trasmessi dall'INPS indicano  283.000 soggetti aventi diritto  legge 104 art.3 comma 3. Di questi 89.348, hanno già ricevuto la prima dose, per coloro che invece non sono ancora stati coinvolti, insieme ai loro caregiver, potranno prenotare l'appuntamento, sempre attraverso il sito di Poste al link https://www.prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it/).

DAL 16 APRILE PRENOTAZIONE ANCHE PER CAREGIVER DI PAZIENTI GIA' VACCINATI- Dal 16 aprile sarà consentita la prenotazione del vaccino anche per i caregiver dei disabili e degli estremamente vulnerabili che hanno già ricevuto la somministrazione e per i genitori dei minori non vaccinabili.

11 aprile - Giornata Nazionale della Donazione di Organi, Tessuti e Cellule

L'11 aprile 2021 si celebra la Giornata nazionale della donazione di organi, tessuti e cellule.
Per l'occasione vogliamo condividere una meravigliosa utopia, un sogno per domani, invitandoti a risolvere questo semplice esercizio algebrico.

1 + x = 7

Questa equazione diventa reale, se dichiari il tuo sì alla donazione di organi e tessuti.

Il tuo consenso potrà salvare 7 vite in attesa di trapianto. Puoi scegliere anche subito attraverso la sottoscrizione del tesserino della donazione e invitare altri 7 amici a fare lo stesso.
 
 
Per tutte le info sulla donazione clicca qui
 
 

Proroga esenzioni al 30 giugno 2021

Regione Lombardia, con deliberazione n.XI/4467 del 29/03/2021, ha prorogato al 30 giugno 2021 la vigenza delle autocertificazioni necessarie per beneficiare delle esenzioni E30 ed E40 che non rientrano nei rinnovi automatici effettuati dal MEF, invitando i potenziali beneficiari a presentare, entro il medesimo termine, le autocertificazioni volte all’ottenimento delle esenzioni per l’esercizio 2021.

Regione Lombardia ha inoltre disposto con deliberazione n.XI/4507 del 30/03/2021 di posticipare al 30 giugno 2021 la validità delle esenzioni per patologia e di tutte le autocertificazioni relative al diritto all'esenzione per reddito dal ticket sanitario, non già disciplinate dalla DGR 4467 del 29.3.2021, in scadenza al 31.3.2021, ferma restando la sussistenza del diritto all'esenzione.

Rilascio credenziali OTP a soggetti sottoposti a tutela

Da mercoledì 24 marzo, oltre ai minorenni, potranno ottenere nuovamente le credenziali regionali OTP anche i soggetti sottoposti a tutela, in deroga alle disposizioni sulle credenziali di accesso ai sistemi della PA valide dal primo marzo.

La modalità di rilascio è la stessa prevista per i minorenni e, contestualmente all’attivazione del servizio, saranno modificate le sezioni informative sul sito del Fascicolo Sanitario Elettronico.